Covid-19 ed E-Commerce

Le abitudini di consumatori e venditori stanno subendo dei cambiamenti vistosi? Analizzare da vicino e correlare due tematiche di grande attualità quali Covid-19 ed E-Commerce può rivelarsi molto utile per rispondere a questo quesito e per fotografare la situazione del panorama dei consumi e delle vendite al giorno d’oggi.

2020: un anno di svolta per gli acquisti online

Il mondo del commercio elettronico è da tempo in forte espansione; le statistiche, tuttavia, dimostrano quanto l’avvento di una pandemia globale come quella cominciata lo scorso anno abbia accelerato tale tendenza e consolidato ancor di più una rivoluzione digitale già in atto, seppur ancora agli albori. Lo scorso anno, per esempio, il numero di nuovi utenti che ha acquistato online ha superato il milione.

L’Associazione Italiana Commercio Elettronico, AICEL, all’interno della sua rubrica dedicata alle notizie di carattere mondiale legate al mondo del commercio elettronico, sottolinea proprio questo incremento. Riportando i dati ISTAT relativi all’intero anno 2020, ha infatti indicato una crescita dell’E-Commerce pari al 34,6%, un incremento degno di nota se si pensa che le vendite tradizionali dell’anno scorso hanno registrato un calo del 5,4%. Raffrontando il mese di dicembre 2020 con lo stesso mese dell’anno precedente, AICEL ha evidenziato una diminuzione del valore delle vendite al dettaglio relativamente sia alle grandi sia alle piccole imprese, e un incremento del canale dell’e-Commerce del 33,8%.

Il 2020 è stato un anno di profondi cambiamenti per il mondo intero, colpito duramente dalla pandemia di Coronavirus. Ad essere coinvolti sono stati tutti i settori della nostra società, da quello sanitario a quello dell’istruzione, da quello sociale a quello economico e dei consumi. Soprattutto relativamente a quest’ultimo campo, analisi e approfondimenti meritano uno spazio per noi, che ci occupiamo di commercio elettronico. Ecco perché reputiamo fondamentale soffermarci su un binomio solo apparentemente controverso, ovvero quello fra E-Commerce e Covid-19.

Con il Covid-19 sono cambiate le abitudini di acquisto dei consumatori

L’evoluzione del digitale di questi ultimi decenni ha permesso al mondo dell’e-commerce di svilupparsi con forza. Ma l’impennata decisiva è stata registrata proprio in concomitanza della pandemia mondiale di Coronavirus, la quale ha portato il commercio digitale a trovare un più ampio seguito.

É emerso chiaramente che a comportare questa tendenza è stato in modo decisivo l’atteggiamento del consumatore a fronte della pandemia. Il lockdown forzato, doveroso al fine di arginare al massimo il virus, ha portato la società intera a cambiare profondamente la propria quotidianità, comprese le abitudini di consumo

Con la chiusura dei negozi fisici destinati alla vendita di beni di necessità non primaria, le persone si sono ritrovate a ridurre fortemente i consumi di quei determinati beni oppure ad acquistarli online, con l’ausilio del digitale. Chi già acquistava tramite e-commerce ha perciò mantenuto, oppure aumentato, questa abitudine mentre coloro i quali prediligevano un’esperienza di acquisto direttamente in negozio oppure non avevano particolare dimestichezza con Internet, hanno avvertito la necessità di adattarsi e avvicinarsi a questo mondo.

É proprio in tal senso che l’E-Commerce ha rivestito un ruolo rilevante e di forte impatto, garantendo anche un effetto positivo e quindi di ripresa sui mercati e sull’economia del Paese. Con il tempo, ecco quindi che le abitudini di consumo degli utenti hanno subìto un profondo cambiamento e sembrerebbe che a lungo termine la tendenza sia sempre più verso questa direzione, ovvero quella dell’avvicinamento al mondo del digitale e dello shopping online.

Con il Covid-19 cambia anche il retail

A fronte di un cambiamento così radicale delle abitudini di acquisto da parte dei consumatori, è logico pensare che anche i retailer abbiamo sentito l’esigenza di modificare la propria politica aziendale

Forti dell’idea di eguagliare quanto più possibile un’esperienza di acquisto di successo in negozio anche attraverso il canale online, essi hanno (o dovrebbero avere) sviluppato la consapevolezza dell’importanza di un consolidamento della propria presenza in rete. Se da una parte, quindi, c’è l’idea di effettuare iniziative nelle politiche di gestione di vendita in negozio, dall’altra c’è l’orientamento all’e-commerce e all’investimento in questo canale. Da qui la necessità di affiancarvi anche tutte quelle iniziative che concorrono al successo di un sito e-commerce, quali comunicazioni efficace, help desk, advertising e molto altro.

E qual è la conseguenza di tutto ciò? È fondamentale comprendere quanto il miglioramento costante di un e-commerce permetta una efficiente esperienza di acquisto da parte del consumatore, il quale si troverà maggiormente soddisfatto e deciderà perciò di mantenere, e perché no implementare, questa tendenza magari all’inizio acquisita forzosamente.

Icona chatta su WhatsApp

Crea o dai uno sprint al tuo e-commerce
Scrivici ora su WhatsApp